Separazione dei coniugi e affidamento condiviso
13 aprile 2017
Criminologia Preventiva- riflessioni e considerazioni
26 ottobre 2017
Show all

Fra il ritmo delle giornate lavorative e la mole di impegni oggi spesso i genitori, anche se attenti e presenti, non possono materialmente sapere se i figli in loro assenza vivono situazioni di rischio o di disagio e, non sempre il dialogo con un adolescente è semplice o sufficiente. In questi casi è utile la figura dell’investigatore privato, figura professionalmente preparata, in grado di raccogliere prove al fine di monitorare lo stile di vita dei minori coinvolti.
Le preoccupazioni di un genitore in merito alle frequentazioni e ai comportamenti dei figli fuori casa sono motivate dalla attuale sovraesposizione dei minori a rischi esterni, aumentati dall’uso di internet e dei social network. Abbastanza frequenti, infatti, sono i casi in cui i giovani entrano a contatto diretto con ambienti pericolosi, avvicinandosi al mondo della microdelinquenza, della droga, della pedofilìa o della prostituzione minorile.
L’indagine dell’investigatore privato consiste nel monitoraggio costante delle attività del minore al di fuori del contesto familiare per un periodo sufficiente per fare delle valutazioni sull’eventuale situazione di rischio che sta vivendo, attraverso servizi di osservazione e controllo. Oltre a prendere in considerazione le persone con le quali il minore entra in relazione, il suo stile di vita, l’abuso di sigarette, alcool e/o l’uso di sostanze stupefacenti, la tendenza al taccheggio o episodi di microdelinquenza, l’assenteismo scolastico, mira a vagliare se il minore è vittima di episodi di bullismo o molestie varie da parte di coetanei o adulti.
Attraverso il supporto di prove (foto, video e relazione scritta finale) l’investigatore aiuterà i genitori a valutare la situazione con imparzialità, a fugare dubbi e a risolvere il problema.
L’attività d’indagine si pone quindi come obiettivo la prevenzione o la correzione dei seguenti comportamenti:
– assunzione di sostanze stupefacenti;
– abuso di alcool;
bullismo;
– frequentazione di persone con comportamenti a rischio;
– dispersione scolastica;
– frequentazione di sette religiose;
– pedofilia e/o prostituzione minorile.
Per un genitore è importante poter valutare oggi gli atteggiamenti che potrebbero nuocere al figlio o figlia se non corretti in tempo, nella vita adulta. L’obiettivo delle indagini è capire cosa succede ai propri figli, in presenza di un sospetto o in mancanza di dialogo e intervenire quando ancora si è in tempo.
L’Istituto Investigazioni Groccia, con personale competente e preparato, con discrezione e professionalità, aiuterà i genitori in difficoltà a far luce su situazioni poco chiare.

Comments are closed.